“POTETE SEMPRE ANDARVENE”, USANO RIPETERE GLI STATALISTI

di DANIEL KRAWSIZ Alle persone viene insegnato fin dalla più tenera età a non mettere in discussione la natura dello stato in cui sono nati, sia essa una dittatura o una democrazia, e a denunciare coloro che cercano inutilmente di ribellarsi. “Potete sempre andarvene!” sogliono ripetere gli statalisti. Prima di tutto, questo non è sempre vero. In secondo luogo, c’è la questione della giustificazione dello stato. Se lo stato non è giustificato nel potere che esercita, allora è lo stato che sta violando i miei diritti ed è lo stato che dovrebbe andarsene. Dire “potete sempre andarvene” non è diverso dal dire che una persona, la cui casa viene improvvisamente occupata da soldati, potrebbe andarsene e trasferirsi in una casa diversa (un’altra anch’essa occupata da un gruppo di soldati). Il mito del contratto sociale non è altro che una minaccia. La discussione fin qui evidenzia tre caratteristiche della giustizia con cui la maggior parte delle persone sarebbe d’accordo: il suo scopo è quello di scoraggiare…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere