RITORNA LA VOGLIA DI CREARE LA BANCA DEL SUD

di MATTEO CORSINI

Carla Ruocco, presidente della Commissione d’inchiesta bicamerale sulle banche, ha rilasciato un’intervista al Sole 24 Ore dalla quale emergono alcune proposte, come consentire agli arbitri bancari e finanziari di fare “mistery shopping”, oltre a indagare sui derivati stipulati da Stato ed enti locali.

In quest’ultimo caso, l’approccio tipico è quello di ritenere sinonimo di fregatura qualsiasi cash flow negativo o mark to market negativo. Il ché non può certo essere escluso a priori, ma è un dato di fatto che un derivato di copertura genera cash flow negativi e ha mark to market negativi qualora la variabile sottostante il derivato generi un beneficio sulla posta oggetto di copertura. Nel caso di una copertura perfetta, ai cash flow negativi sul derivato corrispondono flussi positivi sulla posta coperta. Lo stesso dicasi per le variazioni di valore di mercato.

Ciò detto, credo che i pagatori di tasse dovrebbero iniziare a preoccuparsi leggendo questi propositi:

Ci siamo chiesti se non sia arrivato il momento per far crescere nel nostro Paese, in previsione purtroppo di una nuova ondata di Npl a seguito degli effetti economici negativi dovuti alla pandemia, una realtà tutta nazionale (una bad bank) che partecipi, in concorrenza con quell’attuale ristretto numero di soggetti esteri, alla gestione di beni interamente nazionali: sia i crediti problematici da acquistare sia il risparmio da impiegare per finanziarne l’acquisto.”

Tradotto: una bad bank che acquisti i crediti deteriorati a un valore superiore a quello di mercato, attingendo (suppongo) alle immancabili risorse del risparmio postale, via Cassa Depositi e Prestiti, oppure effettuando emissioni obbligazionarie patriottiche. Ruocco non ha appetiti statalisti, però.

Io non ho nostalgia per il vecchio assetto bancario pubblico, quello in cui il vertice delle banche veniva deciso dalle segreterie dei partiti. Per carità!

Per carità, le poltrone i ragazzi del M5S le lasciano agli altri. Peccato che poi non sia così.

Ovviamente c’è anche spazio per la banca per il Sud, dato che la ricapitalizzazione di Banca Popolare di Bari effettuata dal Mcc (per la verità a carico delle altre banche) può essere “l’occasione per creare una banca per il Sud.” Formula alla quale non mi stupirei se corrispondesse l’ennesimo salasso per i pagatori di tasse.

 

Rubriche Denari