ROTHBARD, IL CRITICO CINEMATOGRAFICO IN DIFESA DELLA LIBERTÀ

di GUGLIELMO PIOMBINI I monumentali contributi che il genio di Murray N. Rothbard ha saputo offrire in discipline così diverse tra loro come l’economia, la filosofia e la storia è dovuto in larga parte alla sua incredibile produttività. Grazie alla sua concentrazione, Rothbard era capace di scrivere mediamente otto pagine di alta qualità all’ora, spesso senza bisogno di rivedere il testo. Egli cioè ha scritto alcune delle sue più profonde analisi ad una velocità superiore a quella di un buon dattilografo![1] Oltre che produrre una quantità sterminata di saggi, articoli e libri, nella sua vita Rothbard ha trovato anche il tempo di approfondire altri suoi interessi come la musica (era un patito del jazz classico degli anni Venti e Trenta), l’arte (le sue preferenze andavano alle chiese barocche), gli scacchi (scrisse alcuni interessanti articoli sull’ex campione del mondo Bobby Fischer),[2] il soccer e soprattutto la critica letteraria e cinematografica.  In difesa del romanticismo letterario In una memoria non pubblicata dal titolo Romanticism and Modern Fiction,…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero