domenica, Giugno 23, 2024
16.5 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Scozia, la sturgeon: obbligheremo londra a fare un altro referendum

Da leggere

NicolaSturgeon_02_1395626adi REDAZIONE

Imbaldanzita dall’indubbio trionfo alle elezioni del 7 maggio, che ha visto i deputati dello Scottish National Party passare dai 6 del 2010 a 56 (a scapito dei laburisti), il first minister di Edimburgo, Nicola Sturgeon vuole un secondo referendum sull’indipendenza della Scozia, malgrado la sconfitta a quello del 2014.

Come riportato dallo Herald Scotland, la signora Sturgeon, attuale leader dello stesso Snp, ha annunciato che nel ‘manifesto’ del partito per le elezioni legislative in Scozia del maggio 2016, ci saranno gli elementi per obbligare Londra ad accettare una nuova consultazione referendaria indipendentista nel 2021, eventualità esclusa dal premier conservatore David Cameron, che ha ricordato come gli scozzesi si siano già pronunciati ed abbiano bocciato l’idea.

Secondo l’ex premier Alex Salmond un mancato rafforzamento della devolution verso Holyrood, una non risoluzione della questione dell’arsenale nucleare Trident, un incremento delle misure d’austerità decise da Londra e lo scenario di un eventuale voto in favore della “Brexit” del Regno Unito dall’Ue, potrebbero costituire gli scenari per l’indizione di un secondo referendum secessionista.

Una fonte vicina all’attuale premier scozzese ha sottolineato che nessuna decisione definitiva è stata ancora presa sul referendum, sulla data e sulle precondizioni per il suo svolgimento. Sturgeon ritiene, tuttavia, che qualora la maggioranza degli scozzesi voti per un partito (il suo) che ne proporrà uno nuovo, allora Londra dovrà capitolare.

Correlati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti