SCOZIA, MIGLIAIA DI INDIPENDENTISTI IN PIAZZA A GLASGOW

di REDAZIONE

Migliaia di persone hanno manifestato a Glasgow a favore dell’indipendenza della Scozia e la premier locale, Nicola Sturgeon, ha parlato alla folla dicendo che l’obiettivo è “a portata di mano”.

La leader dello Scottish National Party (Snp) è intervenuta in George Square: è la prima volta che parla a una manifestazione indipendentista dalla campagna per il referendum del 2014, mentre il prossimo mese si terranno le elezioni anticipate nel Regno Unito. “Non facciamo errori, le elezioni del 12 dicembre sono le più importanti della nostra vita per la Scozia”, ha detto, “il futuro del nostro Paese è in gioco.

Dobbiamo votare in tantissimi, perché il “premio” dell’indipendenza è a “portata di mano” e dobbiamo “ottenerlo”. Secondo le previsioni, prima di Natale Sturgeon chiederà al premier uscente Boris Johnson un decreto ai sensi della Sezione 30, che darebbe il permesso al governo scozzese di organizzare un nuovo referendum. La politica ha promesso ai sostenitori di “portarli a un referendum sull’indipendenza il prossimo anno”, dicendo: “È tempo che la Scozia scelga per il proprio futuro, che sia un Paese indipendente”. In parallelo si è svolta anche una piccola contro manifestazione, organizzata dagli unionisti.

Il primo ministro britannico Boris Johnson, però, ha escluso la possibilità di accordare il permesso per un secondo referendum sull’indipendenza della Scozia se lui resta a Downing Street. Il leader Tory ha sottolineato che per conto suo la questione è stata risolta con un voto “unico in una generazione” nel 2014.

Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Indipendenze