martedì, Aprile 16, 2024
13.8 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Tanko-2, dichiarazioni spontanee al processo di contin, lanza e badii

Da leggere

di REDAZIONE

Durante l’udienza del processo tenutosi a Brescia lo scorso 17 marzo, oltre alle arringhe degli avvocati, c’è stata anche la possibilità di rilasciare delle dichiarazioni spontanee di fronte al giudice. Flavio Contin, Patrizia Badii e Tiziano Lanza hanno approfittato della possibilità di farlo ed hanno preso la parola in aula, leggendo i loro testi.

FLAVIO CONTIN: Signori di questo Tribunale, Io Flavio Contin, imputato in questo procedimento, mi sia consentito di esprimere il mio pensiero da Veneto Patriota (scevro da incrostazioni ideologiche di partito, peraltro create al solo scopo di dividere i popoli d’Italia), a meno che l’autodefinirsi tale non significhi, per questo Consesso, essere tacciato comesovversivo e anti-italiano. Questa mia dichiarazione spontanea vuole essere innanzitutto un atto di amicizia e lealtà nei confronti dei miei coimputati, non solo Veneti, ma soprattutto i rappresentanti dei popoli amici facenti parte dell’ALLEANZA DEI POPOLI DALLE ALPI AL MEDITERRANEO, i quali sono oggi chiamati a questo specifico procedimento. Oltre a ciò, la mia dichiarazione vuole essere… DichiarazioneCompleta-Flavio-Contin.

TIZIANO LANZA: Signor Giudice, vorrei esternare il mio pensiero su ciò che è stato detto nella precedente udienza de 3 marzo, seduta alla quale io ero assente, ma di cui ho potuto conoscerne sinteticamente i contenuti grazie agli appunti di altri amici coimputati in questo processo. E in tutta sincerità, signor Giudice, sono rimasto costernato, non dalle accuse –che mi aspettavo come ovvie– ma da certe specifiche parole del Pubblico Ministero Nocerino. Ho trovato infatti espressioni quali “Associazione criminosa”, “progetto sovversivo”, “finalità di eversione”, “insurrezione armata”, “odio per gli italiani”; e chi più ne ha più ne metta. Addirittura paragonando noi qui presenti ai “terroristi islamici”, ai “brigatisti rossi” e agli “anarchici di estrema destra” che seminavano –e seminano– i morti per le strade… Dichiarazione-Completa-Tiziano-Lanza.

PATRIZIA BADII: Dopo quanto sentito nella scorsa udienza del 3 marzo, mi sento in dovere di fare chiarezza dopo la requisitoria del Pubblico Ministero…

Dichiarazione-Patrizia-Badii-1

Dichiarazione-Patrizia-Badii-2

QUI L’EVENTO PER ISCRIVERSI E PARTECIPARE ALL’UDIENZA DEL 15 MAGGIO

—————————————————————————————————–

Correlati

1 COMMENT

  1. Commemorano tutto tranne la loro arroganza quotidiana.
    E’ di oggi la notizia della commemorazione dei caduti (morti) per mafia (noi veneti c’entriamo per caso?) ma non parlano mai dell’OLOCAUSTO riservato in particolare a noi VENETI.
    Tutta la storia sembra un romanzo scritto da un Diaboliko.
    Da vergognarsi di essere italiani.
    Beh, poi su raistoria non finiscono mai di raccontare solo quella dell’impero predatore e guerrafondaio, mentre omettono quella della Serenissima Repubblica Veneta.
    E’ una vergogna.
    Pero’ noi non abbiamo potere e sebbene ci siano accordi internazionali che ci riguardano: chi se ne frega..?
    Salam
    PS:
    Buona fortuna cari SERENISSIMI.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Articoli recenti