TOTNES DICHIARA L’INDIPENDENZA, MA SOLO PER FAR DISPETTO ALLA BREXIT

di MARIETTO CERNEAZ Quando c’è da andare contro le scelte democratiche figlie dei conservatori, i socialisti si appellano a qualsiasi cosa, anche a principi sacrosanti che di solito odiano. Al centro del dibattito c’è la Brexit, che ha segnato una cocente sconfitta per i laburisti, una sconfitta mai digerita. Dal giorno dopo che ha sancito la vittoria al referendum di quelli che volevano uscire dall’Unione Europea, la macchina del fango sinistra s’è messa in moto, usando qualsiasi mezzo pur di profetizzare scenari apocalittici. Ora, tocca a qualche bontempone far parlare di sé, sempre e comunque con riferimento alla Brexit. Totnes, nel Devon, è una cittadina di 8000 abitanti circa, con la fama di essere eccentrica ed ecologista. Totnes, è nota per esserela prima transition town in Inghilterra, con l’ambizione di sbarazzarsi del petrolio, diventare auto sufficiente e oil free. Da poco ha proclamato l’indipendenza, definendosi città-stato di Totnes, con tanto di dichiarazione ufficiale appesa in comune, giurando di restare fedele all’Unione Europea anche dopo Brexit. Una…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Brexit