VENEZUELA, 3 GIORNALISTI NELLE GALERE DEL REGIME COMUNISTA

di MARIETTO CERNEAZ Billy Six, giornalista e documentarista tedesco, risiede da più di un mese nelle celle della sede del Servizio Nazionale Bolivariano di Intelligence (SEBIN), a Caracas, per aver fotografato il Presidente venezuelano Nicolás Maduro in una cerimonia pubblica. Il reporter, arrestato il 17 novembre nello stato occidentale di Falcón, è accusato di spionaggio, violazione delle zone di sicurezza e ribellione. Il suo processo sarà celebrato da un tribunale militare, un’irregolarità spesso applicata ai civili durante il regime di Maduro. “È entrato in Venezuela dalla città colombiana di Cúcuta e ha scattato alcune fotografie molto vicino al presidente e per questo motivo è accusato di aver violato i perimetri di sicurezza”, spiega Carlos Correa, direttore dell’ONG Espacio Público. Il giornalista è stato tenuto in isolamento per i primi giorni del suo arresto. Per questo il 13 dicembre ha iniziato uno sciopero della fame per chiedere aiuto ad un avvocato privato e comunicare con l’ambasciata tedesca e i suoi genitori. In una lettera pubblicata da Espacio…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo