VENEZUELA, ANCHE I CUBANI TORTURANO I DISSIDENTI DEL REGIME CHAVISTA

di MARIETTO CERNEAZ Che il regime cubano sia infiltrato da anni in Venezuela non è una novità. Fu il dittatore Hugo Chavez ad allacciare, sin dall’inizio degli Anni Duemila, stretti rapporti con la coppia di fratelli criminali Fidel e Raul Castro. Da allora, La Habana ha succhiato ricchezze a Caracas in cambio di consulenze su come trasformare una pseudo democrazia in una tirannia vera e propria. Il Segretario Generale dell’Organizzazione degli Stati Americani, Luis Almagro, tre giorni fa,  ha ricevuto un rapporto che documenta 106 casi di tortura in Venezuela quest’anno, 11 dei quali sarebbero stati perpetrati da persone “con un accento cubano” (assai distinguibile dal resto delle inflessioni delle parlate latinoamericane). Le accuse sono incluse in un rapporto intitolato “The Implementation of a Torture System”, presentato presso la sede dell’OAS a Washington dall’avvocato Tamara Sujú, direttore esecutivo del CASLA Institute, una piattaforma per gli studi latinoamericani nella Repubblica Ceca. Sujú documenta la tortura in Venezuela dal 2004 e ha detto che quest’anno, per la prima…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo