VENEZUELA, MENTRE SCRIVIAMO AUMENTANO I PREZZI E LA MISERIA

di MARIETTO CERNEAZ Continua la picchiata del Bolivar, la moneta sovrana nazionale venezuelana, che nonostante le mille manipolazioni governative, continua a perdere valore.  Il deputato dell’Assemblea Nazionale, José Guerra, ha riferito – tramite il suo account twitter – che la Banca Centrale del Venezuela ha “polverizzato gli stipendi dei venezuelani, analizzato secondo il cambio ufficiale Dicom: “Il salario minimo mensile in Venezuela nell’agosto 2018 era pari a  30 dollari. Oggi, il salario minimo vale 3,5 dollari”. E stiamo parlando di paghe mensili. Quali le conseguenze sulla vita reale, oltre al fatto che la scarsità di prodotti è endemica? Il costo del paniere del marzo 2019 era di 2.491.159,29 bolívares, che significa che è aumentato di 533.333.333,08 Bolívares Soberanos (29,6 salari minimi), ergo del 27,2%, rispetto al mese di febbraio 2019. Oggi, per acquisire una cesta alimentare basica, sono necessari 138,4 salari minimi mensili, 4,6 salari minimi giornalieri, 83.038,64 Bolívares, 22,44 dollari al giorno. Peccato che – come detto sopra, il salario minimo mensile equivale a…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo