WESTERN TOGOLAND (GHANA): FINISCONO IN MANETTE 89 INDIPENDENTISTI

di MARIETTO CERNEAZ Almeno 30 persone (89 secondo alcune fonti) sono state arrestate negli ultimi giorni nella regione del Volta, in Ghana, con l’accusa di aver lavorato a piani secessionisti. I sospetti sono accusati di far parte di un gruppo guidato da Charles Kormi Kudzodzi, a sua volta arrestato, che teorizza l’indipendenza del cosiddetto Western Togoland. Ebbene sì, anche in Ghana c’è chi si batte per l’indipendenza e la formazione di uno Stato autonomo. Insomma, la voglia di secessione esiste anche in questo paese considerato pacifico, unito e priva di grosse conflittualità. Invece, da anni una consistente formazione di separatisti cerca la strada per rivendicare la creazione del Togoland occidentale, ovvero della regione del Volta, nel sudest del paese, non distante dai confini con il Togo. La vicenda di cui parliamo, viene da lontano, dall’epoca coloniale «Dopo la sconfitta della Germania nella Prima guerra mondiale, le sue colonie in terra d’Africa furono ripartite tra i vincitori. Fu così che il Togo venne diviso tra Francia…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo