USA, IL LIBERTARIAN PARTY SOSTIENE IL RICONOSCIMENTO DI LIBERLAND

di MARIETTO CERNEAZ Lo scorso 25 novembre, il presidente di Liberlan è passato anche da Roma per perorare la causa della micro-nazione da lui fondata. Il suo peregrinare senza sosta, lo ha successivamente portato negli Stati Uniti, dove ha strappato l’appoggio anche del Libertarian Party. Dopo numerosi scambi epistolari, e incontri, con i membri dell’amministrazione di Liberland, come David Molyneaux e Joseph Langenbrunner, ora i libertari americani han deciso di sostenere il riconoscimento della Libera Repubblica di Liberland. Giusto per la cronaca, il candidato libertario statunitense, Gary Johnson, ha raccolto quattro milioni di voti durante le precedenti elezioni presidenziali americane, quelle che hanno portato alla Casa bianca Donald Trump. “Si spera – afferma Vit Jedlicka – che questo supporto possa aiutare Liberland a ottenere un riconoscimento su più ampia scala, sia da parte degli Stati Uniti e, forse, in ultima analisi, del governo statunitense”. QUI LA RISOLUZIONE DEL LIBERTARIAN PARTY…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo