ARGENTINA TRA L’INCUDINE DEL DEFAULT E IL MARTELLO DELL’IPERINFLAZIONE

di JAVIER MILEI L’ho detto chiaro più volte, l’ultima una settimana fa, durante un confronto in tv. Analizzando gli ultimi provvedimenti del governo di Mauricio Macri ho spiegato quali scenari economici aspettano il mio paese e  potrebbero verificarsi già da fine anno. L’Argentina cammina inesorabilmente verso un default e il processo è già iniziato, ma il peggior default della nostra storia sta per presentarsi l’anno prossimo. I risultati economici del secondo semestre sono molto peggiori di quelli del  primo, dove hanno dichiarato di aver raggiunto gli obiettivi mascherando i numeri. Ma dato che hanno mentito nei primi sei mesi, ora i nodi verranno al pettine. Il default è inesorabile, ma il punto è se lo accompagneranno con o senza iperinflazione. Se cercheranno l’aggiustamento dei conti senza iperinflazione avremo il 50% di poveri, se arriverà l’iperinflazione avremo il 75% degli argentini poveri. La Banca centrale è fallita e il paese è in bancarotta perché non sarà in grado di pagare il proprio debito. La domanda di…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo