CATALOGNA, LA TRANSIZIONE POLITICA NON È MAI PACIFICA

di MARIETTO CERNEAZ Anche se di indipendenza catalana si legge sempre meno sui media mainstream, il processo di separazione, iniziato a Barcellona un anno e passa fa, continua. Che non fosse semplice, lo si sapeva e a tal proposito ecco come la pensa una addetta ai lavori. Sophie Baby è l’autrice del libro “Il mito della transizione pacifica”, un’opera che mette in dubbio con i numeri che la transizione spagnola possa essere pacifica. Baby, professoressa di storia all’Università della Borgogna (Francia) si è specializzata in “violenze estreme” e ha contato 714 morti durante la transizione spagnola (1975-1982). Di questi, 178 sono stati uccisi dalla polizia e dalla Guardia Civil. L’ETA ha ucciso 376 persone, Terra Lliure 1, l’ultradetra, 67, l’estrema sinistra 75 (GRAPO 66), altri 10 e 7 altri. Sono numeri che smontano il mito di una transizione pacifica. Il lavoro non è ancora stato presentato in Spagna, anche se nelle librerie la traduzione in spagnolo è stata venduta mesi fa (Akal edizioni, 2018). Il quotidiano…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo