CATALOGNA, ULTIMATUM INDIPENDENTISTA A SANCHEZ: O INDIPENDENZA O CADE IL GOVERNO

di MARIETTO CERNEAZ Un mese fa circa, Pedro Sanchez – presidente del Consiglio spagnolo – propose ai catalani di dar vita ad un referendum per l’autonomia, cosicché anche a Madrid nessuno avrebbe avuto a che dire. Una proposta caduta più o meno nel vuoto e le celebrazione del 1 ottobre scorso, che hanno in vista piazza centinaia di migliaia di indipendentisti, hanno ribadito che Barcellona vuole staccarsi dalla Spagna. Infatti, i Comitati per la difesa della Repubblica (Cdr) hanno chiarito anche all’attuale governatore catalano, Quim Torra, che va fatto rispettare il risultato del voto espresso un anno fa, mai riconosciuto da Rajoy. Anzi, i Cdr hanno apertamente accusato di essere un “traditore” Torra e hanno cercato per protesta di occupare il Parlamento e rivendicare l’indipendenza della Catalogna. La pressione dei secessionisti, avallata da buona parte della stampa catalanista, ha costretto Torra a passare all’attacco e a lanciare un ultimatum chiaro al primo ministro spagnolo, Pedro Sanchez appunto. Questo il senso delle dichiarazioni del Presidente della Generalitat:…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo