CONTANTE E GIOIELLI SARANNO SEQUESTRATI A CHI NON LI DICHIARA

di LEONARDO FACCO Dentro “Elogio del contante”, il mio ultimo libro, riporto questa frase: «Il controllo, ed i controllori, si insinuano subdolamente e con affermazioni all’apparenza plausibili, rassicuranti. Provate a porvi, però, questa domanda: “Immaginate uno Stato dove non esista il contante e, in questo ipotetico Stato, immaginate un manifestante, un anti-conformista, particolarmente scomodo. A costui, dopo aver controllato ogni sua spesa, dopo aver saputo di lui ogni interesse, gli si potrebbe sequestrare il conto corrente impedendogli persino di mangiare. È lì che vogliamo arrivare”?». In Grecia, stanno facendo delle prove tecniche per prepararsi ad una evenienza simile. Leggiamo dal Wall Street Italia: “In Grecia i contribuenti saranno costretti a dichiarare tutto il denaro in loro possesso – sia le banconote nascoste “sotto il materasso” sia quelle depositate in cassette di sicurezza – che superi i 15 mila euro di valore, nonché i gioielli e le pietre preziose (oro compreso) del valore superiore ai 30 mila euro”. Nossignori, non si tratta di uno scherzo, ma della riedizione, prossima ventura,…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
CONDIVISIONI
Rubriche CronacheVere