HONG KONG, IL DISSIDENTE WONG SI CANDIDA. NO ALL’INDIPENDENZA PERÒ

di REDAZIONE

Il noto attivista pro-democrazia di Hong Kong, Joshua Wong, ha dichiarato oggi la sua intenzione di candidarsi per un seggio nel parlamento della città.

Il giovane intende candidarsi per le primarie del fronte filo-democratico in occasione delle quali verranno scelti i candidati per le votazioni del Consiglio legislativo che si terranno il 6 settembre prossimo.

A 17 anni Wong è diventato il volto del Movimento degli ombrelli del 2014 guidato dagli studenti e ha ottenuto sostegno all’estero, incontrando politici di Stati Uniti, Europa e altri paesi e attirando l’ira di Pechino che lo accusa di essere una “mano nera” delle forze straniere.

“Se più persone voteranno per noi […] ciò potrebbe generare più pressione e maggiore esitazione da parte di Pechino”, ha detto. Wong ha affermato di sostenere l’idea di un referendum non vincolante per dare alle persone voce in capitolo sul futuro di Hong Kong, ma di essere contrario all’indipendenza.

Rubriche FuoriDalMondo