I CRIMINALI ROSSI NON SI FERMANO: ARRESTATA UN’ALTRA SECESSIONISTA

di REDAZIONE

Continua la campagna criminale della dittatura cinese. Una delle figure di spicco del movimento pro-democrazia di Hong Kong, Agnes Chow, è stata arrestata insieme ad altre nove persone, tra cui il magnate Jimmy Lai, per violazione della contestata legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino.

E’ stata arrestata per “incitamento alla secessione”, si legge sul profilo Facebook dell’attivista che milita da tempo al fiando di Joshua Wong e Nathan Law.

L’arresto di Chow è stato comunicato dall’amministratore della sua pagina Facebook, secondo cui la donna è stata accusata di incitamento alla secessione e prelevata dalle forze dell’ordine. Presso la sua abitazione: “Funzionari di polizia hanno iniziato a perquisire l’abitazione di Agnes, l’avvocato sta arrivando”, ha scritto il collaboratore della nota attivista. Chow era già stata arrestata e poi scarcerata su cauzione, in attesa della sentenza a suo carico per il suo ruolo come co-organizzatore di una protesta non autorizzata lo scorso anno. La nuova legge sulla sicurezza di Hong Kong, entrata in vigore il 30 giugno scorso, consente alla polizia di negare il rilascio su cauzione.

Rubriche FuoriDalMondo