I FUOCHISTI DELLA VAPORIERA E CERTE TEORIE PRESENTATE COME “SCIENZA”

di REDAZIONE

Le analisi degli economisti seguono le mode? I fuochisti della vaporiera, che Sergio Ricossa scrisse nel 1978, è un viaggio alla scoperta delle principali tendenze succedutesi nel secolo scorso: da quella “liberale” a quella “eurocomunista”, passando per quelle “keynesiana”, “della programmazione” e “sindacale”.

Il libro passa in rassegna gli entusiasmi, più o meno temporanei, che hanno condizionato il pensiero degli economisti. Proprio questa rassegna conduce a un certo scetticismo sulle capacità e sulle virtù degli economisti quali consiglieri del principe.

Secondo Ricossa, che sia «chiara od oscura» ogni economista ha «una sua filosofia della vita di un tipo o dell’altro», da cui deduce anche il proprio modo di sentire l’economia e impostarne i problemi.

In questo non c’è nulla di male, a condizione che le preferenze personali non vengano contrabbandate al grande pubblico come “scienza” e che proprio questa “scienza” non venga utilizzata per indirizzare e limitare la libertà dei singoli.

Indice del libro

1. La moda liberale
2. La moda keynesiana
3. La moda della programmazione
4. La moda sindacale
5. La moda eurocomunista

IL LIBRO ORDINALO ALLA LIBRERIA DEL PONTE: libreriadelponte@tiscali.it

CONDIVISIONI
Rubriche PensieroLibero