I TEMPLARI ED I BANCHIERI NEL BASSO MEDIOEVO

di JESUS HUERTA DE SOTO La caduta dell’Impero Romano causò la scomparsa della maggior parte dei suoi flussi commerciali e la feudalizzazione delle relazioni economiche e sociali. La tremenda contrazione del commercio e della divisione del lavoro assestò nel corso dei secoli un colpo definitivo alle attività finanziarie in generale e a quella bancaria in particolare. Solamente i monasteri, come centri di fioritura economica e culturale dotati di una maggior sicurezza, prestarono servizio come mezzi di custodia e tutela di risorse economiche, dovendosi menzionare l’attività economica sviluppata in questo campo dai templari, il cui ordine fu creato a Gerusalemme nel 1119 per proteggere i pellegrini. I templari arrivarono a disporre di ingenti risorse finanziarie ottenute sia come bottino delle loro campagne militari, sia come lascito di principi e signori feudali. La loro natura internazionale (disponevano di più di novemila centri operativi con due sedi principali), unita al loro carattere di ordine militare e religioso, conferiva loro una gran sicurezza riguardo alla custodia dei depositi, così…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche Denari