ISRAELE, IL VACCINO SPERIMENTALE CAUSA 40 VOLTE PIÙ MORTI CHE IL COVID

Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!

di PATRICK DELANEY Mentre a gennaio un gruppo di medici indipendenti ha concluso che i vaccini sperimentali COVID-19 non sono “più sicuri” del virus stesso, una nuova analisi dei tassi di mortalità correlati ai vaccini in Israele dimostra che questo potrebbe effettivamente essere il caso a livelli drammatici. “Una nuova analisi dei dati pubblicati dal ministero della Salute israeliano dal Dr. Hervé Seligmann, membro della facoltà di Medicina Malattie Infettive e Tropicali dell’Università di Aix-Marseille, e dall’ingegnere Haim Yativ rivelano che il vaccino sperimentale mRNA di Pfizer ha ucciso “circa 40 volte più persone (anziane) della malattia stessa” durante un periodo di vaccinazione relativo a cinque settimane. Tra le classi più giovani, questi numeri sono aggravati a tassi di mortalità addirittura 260 volte di quelle che il virus COVID-19 avrebbe affermato nel periodo di tempo specificato”. L’analisi matematica completa dei dati può essere trovata nell’articolo stesso citato dagli autori, che dimostrano come tra “quelli vaccinati e sopra il 65, 0,2 per cento è morto durante il periodo…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Condividi su MeWe: liberi articoli su liberi social!
Rubriche FuoriDalMondo