KOSOVO E SERBIA: UN’INDIPENDENZA DIFFICILE DA DIGERIRE

di MARIETTO CERNEAZ L’obiettivo del dialogo tra Kosovo e Serbia è il riconoscimento dell’indipendenza di Pristina da parte di Belgrado. Lo ha ribadito il premier kosovaro Ramush Haradinaj parlando in un’intervista all’emittente “Rtv 21”. Secondo Haradinaj, “il tutto deve avvenire all’interno dei confini già stabiliti”. Il premier ha anche spiegato che la sua visione su come il processo sarebbe dovuto andare sta per realizzarsi: “Ho chiesto alla Mogherini (l’Alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica) di astenersi dal dialogo, e lei lo ha fatto. Ho chiesto per un summit, una conferenza o qualcosa di simile, e sta succedendo. Non voglio esagerare, ma ho anche chiesto che alcune cose siano chiarificate, il ruolo di ciascuno, e ora sta succedendo proprio questo”. Il premier ha poi parlato dell’imminente summit di Parigi e ha espresso soddisfazione per il fatto che la proposta politica per la modifica dei confini tra Kosovo sia sul tavolo. In vero, Belgrado è affatto pronta a riconoscere l’indipendenza di Pristina. Ad oggi, sono…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Indipendenze