L’AUTONOMIA È MORTA, È NATA MORTA SIN DAI TEMPI DEL REFERENDUM

di FRANCO CAGLIANI “Non ho visto il testo avanzato dalla Campania. Non ho un pregiudizio nei confronti dell’autonomia ma mi interessano i contenuti. Nel caso della Lombardia e del Veneto non parlerei di secessione. Il punto però è che secondo il dettato costituzionale le loro proposte di autonomia sono impraticabili”. Così la ministra per il Sud Barbara Lezzi a margine della firma del contratto istituzionale di sviluppo per il centro storico di Napoli. Veneti e Lombardi, un po’ duri di comprendonio, sarebbe ora che la capissero: l’autonomia è morta, ma per un paio di anni vi hanno preso in giro ed i leghisti potrebbero continuare a farlo, almeno fino alle prossime elezioni regionali in Veneto. Il ministro Lezzi ha auspicato che venerdì arrivi sul tavolo del confronto l’articolo 5 delle intese, quello che riguarda l’assegnazione delle risorse finanziarie legate alle intese, nella versione concordata durante le riunioni congiunte con la Lega che si sono tenute al ministero dell’Economia. In quelle riunioni gli esponenti del Movimento…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche PensieroLibero