LO STATO THAILANDESE AFFONDA LA CASA GALLEGGIANTE DI DUE LIBERTARI

di MARIETTO CERNEAZ Ricordate il bitcoiner, Chad Elwartowski, che ha deciso di realizzare il suo sogno indipendentista (VEDI QUI) al largo della Thailandia? Purtroppo, il suo progetto è stato – almeno per ora – infranto dal governo thailandese! Lo Stato non ama la libertà, lo sappiamo, ragion per cui, la casa galleggiante costruita da lui e la sua compagna, Supranee Thepdet, è stata portata sulla costa a rimorchio il 22 aprile scorso dalle autorità thailandesi per essere smantellata. Motivo? La coppia è stata accusata di violare la sovranità della Thailandia, un reato che potrebbe essere punito con la pena di morte o l’ergastolo, come ha riportato Sky News. La coppia aveva costruito la casa galleggiante, circa 22 chilometri al largo della costa dell’isola di Phuket, per verificare quanto sia fattibile creare una comunità galleggiante in acque internazionali, non soggetta alle leggi di alcun Paese. “Questi due hanno diffuso un annuncio tramite i social media, dichiarando la propria autonomia rispetto alla giurisdizione dei tribunali e delle…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo