martedì, Settembre 27, 2022
14.4 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Proposta in regione la “giornata della lingua veneta”

Da leggere

veneto lengoaRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Nuova iniziativa identitaria del consigliere regionale Antonio Guadagnini (Indipendenza Noi Veneto).

Dopo aver proposto la fascia con il Leone di San Marco per gli amministratori regionali, adesso chiede la modifica della legge 8/2007 “Tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e culturale veneto” in modo da prevedere che la festa nazionale veneta sia celebrata il 25 aprile, giorno di San Marco, invece dell’attuale 25 marzo, giorno della fondazione di Venezia, data che secondo il consigliere, non è riuscita a “imporsi” mentre la gran parte del popolo veneto continua a festeggiare in maniera spontanea e gioiosa il giorno di San Marco.

Il consigliere propone inoltre di istituire la “Giornata della Lingua Veneta” prevedendo che la ricorrenza sia celebrata il 21 febbraio, in concomitanza con la “Giornata internazionale della lingua madre” indetta dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO). “Una giornata – dichiara Guadagnini – per riappropriarci della nostra lingua madre, con l’auspicio che in ogni luogo ci si sforzi di parlar veneto e che ci siano le più svariate iniziative per riscoprire la bellezza della nostra madrelingua”.

Consiglio Regionale Veneto – Gruppo Indipendenza Noi Veneto

- Advertisement -

Correlati

2 COMMENTS

  1. Diciamo che io sono un po’ “andreottiano” per via che lui diceva: …a pensar male si fa peccato e si finisce all’inferno ma, spesso la si indovina…

    Allora dico io pensandola uguale e compagno a Adreotti (riposi in pace): giornata della lingua veneta parlando in italiano..??

    Sara’ mica come quando ricordano l’olocausto ebraico e mai quello veneto..?

    Stiamo a vedere… intendo, quanta coerenza ci sara’ sul tema..?

    Salam

    • Me vien el magon so sti argomenti kua’.

      Perche’ non fare che un giorno di scuola, dall’ingresso all’uscita, magari nel giorno del ricordo (anche per il POPOLO VENETO serve, da stabilire ovviamente) tutti parlino in area scolastica, ma anca fora, in LENGOEA VENETA..?

      Le insegnanti di inglese, certe insegnanti, volevano che i loro allievi nell’ora di inglese si esprimessero tutti in inglese, per l’appunto.
      Cosi’ par el talian e ecc..
      Ma xe logico o no..?
      Nell’ora de matematica se parlava dea matematica, gnente de strano quindi…

      Io imparo da loro (dagli inglesi e dai meno ignoranti) che hanno conquistato il pianeta e non solo con la loro lingua.
      A copiare ci vuole tanto o molto o veramente poco..?

      La giornata, cosi’, di commemorazione (sa tanto di trikolore. Oneto sara’ rosso fuoco da quanto se girara’ so ea tonba.), o di giorno dedicato: solitamente va rivolto AI DEFUNTI COME ai MORTI IN GUERRA o sul LAVORO..!

      FEMO, voce del verbo FARE, un di’ tutti parla in VENETO..!
      E chi no lo sa..?
      INPARA.
      Ghe vol Einstein pa farve movar ea vostra eminensa grija..??

      Repetita juvant: se fa ea jornada de questo o queo proprio pa far vedar che queo ESISTEA..!
      QUINDI..?
      CHE L’E’ MORTO DA TEMPO..!
      Eora, femo ea casa da morto che xe mejo..!

      UN POPOEO, NA LENGOEA..! Kusi’ vive..! Xe vivo..!

      Dai, taliani o mejo taibani: parleghe ai vostri fioi e nevodi in taiban… che cusi’ no serve ne casa da morto e ne funerai, manko ankora ea jornada comemoratia…

      Sim sala bim, dixe el nostro serenissimo veneto SILVAN.
      Viamente pa far sparir i KUNICI..! A ghe n’e’ un gran alevamento da ste bande..! SI O NO..?

      SALAM

      PS:
      bacio le mani

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti