Secessionisti liberi, presidio per Chiavegato a Verona. Domenica Lega in piazza

di REDAZIONE Il mondo venetista è indignato per quanto accaduto due giorni fa e sta decidendo di mobilitarsi. Da ieri, è attivo un presidio per chiedere la scarcerazione di Franco Rocchetta, considerato “un pericoloso ideologo e storico” dalla magistratura inquirente. Domani, presso la casa circondariale di Verona-Montorio (via San Michele 15), ci sarà un altro presidio a sostegno di Lucio Chiavegato, finito agli arresti insieme ad altre 23 persone. Cartina di tornasole della solidarietà popolare per chi sta rinchiuso in galera, ad esempio, sono le interviste fatte a gente comune in quel di Bovolone (Vr) – il Comune in cui abita e lavora Chiavegato – dove su 10 interviste fatte dall’emittente Telenuovo, solo 1 era contro gli arrestati. Tutti gli altri li difendevano. E’ arrivato anche il comunicato della moglie di Chiavegato: “Si è svolto oggi l’interrogatorio di garanzia di Lucio Chiavegato al termine del quale è stata formulata istanza di remissione in libertà e/o di una misura meno restrittiva.Nel corso dell’interrogatorio Lucio ha chiarito ogni questione delineando…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Cronache