VENEZUELA, SOLO IL 15% DELLA POPOLAZIONE PUÒ PERMETTERSI LA CARNE

di MARIETTO CERNEAZ La cubanizzazione venezuelana è, praticamente, quasi completata. La miseria avanza con passo celere e dati, statistiche ed evidenze lo confermano. Solo il 15% della popolazione ha accesso al consumo di carne nel paese, ha detto Carlos Albornoz, presidente dell’Istituto venezuelano di latte e carne (Invelecar), spiegando che c’è un calo “brutale” nel consumo di cibo da parte dei venezuelani. Ha citato come esempio il fatto che l’attuale salario minimo di 40.000 bolívares è equivalente a due dollari al mese, il che rende totalmente impraticabile qualsiasi acquisto: “Nel 2013, un venezuelano ha consumato 48 kg di pollo all’anno, oggi consuma 8 kg per abitante all’anno (…) e consuma 2,7 kg di carne rossa e meno di 1 kg di carne suina per abitante all’anno”. Non è tutto è tutto, la dieta obbligatoria causata dal socialismo del XXI secolo, ha ridotto drasticamente anche il consumo di uova, da 180 consumate da un venezuelano nel 2013, oggi se ne consumano solo 50 all’anno: “Oggi ci…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche FuoriDalMondo