IN VENEZUELA SONO FINITI ANCHE I GELATI

di MARIETTO CERNEAZ Se Manca lo zucchero, il latte in polvere ed una serie di altri ingredienti basilari, è ovvio che anche la più famosa gelateria del paese è costretta ad alzare bandiera bianca e a chiudere. E’ il caso della “Heladeria Coromoto” di Merida – già nel Guinnes dei primati -, oltre 1000 gusti ma senza lavoro. Merida si trova al confine con la Colombia. Sbigottiti i turisti, ma la chiusura provvisoria, dicono i suoi dipendenti, causata dalla mancanza di materie prime, in un Venezuela sempre più povero. Quando gli ingredienti si trovano, sono comunque troppo cari, il che comporta che la produzione debba essere limitata e alcuni gusti – i più ricercati fra i turisti, addirittura eliminati. La “Gelateria dai mille sapori”, così viene riconosciuta da tutti, non è la sola ad avere problemi. Causa la mancanza di farina, latte e zucchero si trovano in ambasce anche molti panifici e altrettante pasticcerie. Nel frattempo, un nutrito gruppo di cittadini venezuelani ha presentato, mercoledì scorso, una denuncia contro…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche FuoriDalMondo