ECCO IL 13° SEGNALE DELLA RIPRESA: 3,6 MILIONI DI DISOCCUPATI NON CERCANO LAVORO

lavoro pmidi LUIGI CORTINOVIS

Il solo sapere che esiste il Jobs Act riaccende le speranze di tutti gli italiani. Si respira un’aria frizzante, gli amichetti europei di Renzi, che governano l’Europa, non smettono di plaudire alle meraviglie del “Nostro di Firenze”. E i dati, che confermano la crescita, piovono a catinelle. Tipo questo:

“In Italia ci sono oltre 3,6 milioni di persone che sarebbero disponibili a lavorare ma non cercano impiego: il 14,2% della forza lavoro, oltre tre volte la media Ue-28 (4,1%). Lo rileva l’Eurostat in uno studio sul terzo trimestre 2014 secondo il quale questa percentuale è salita su base tendenziale in Ue di 0,2 punti e in Italia di 1,1 punti”. Ma non basta: “La situazione rischia di aggravarsi nell’ultimo trimestre dato che secondo l’Istat i disoccupati erano oltre 3,4 milioni sia a ottobre che a novembre (il dato sugli inattivi disponibili a lavorare invece è solo trimestrale)”.

h già… il mondo reale è leggermente diverso dalla vita dei parassiti che fanno le leggi.

Rubriche TITALIC: la Ripresa c'è!