mercoledì, Agosto 10, 2022
32 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Guai a tagliare gli stipendi ai parassiti, c’è la sollevazione

Da leggere

boldrini ieridi MATTEO CORSINI

“Vecchio si permette espressioni offensive con le quali, pur di ottenere facile clamore, non esita a gettare fango su chi lavora per le Istituzioni”. Lo ha detto Laura Boldrini. Come è noto, l’idea di ridurre i compensi per i dipendenti della Camera ha scatenato le proteste dei diretti interessati, abituati evidentemente a vivere nell’Eden del pianeta dei consumatori di tasse e contrari a volersi veder ridotti i privilegi, anche se manterrebbero, ex post, trattamenti che nessun dipendente privato potrebbe neppure sognare per svolgere lavori analoghi.

Andrea Vecchio, deputato di Scelta Civica (si presume, quindi, che non si tratti di un pericoloso estremista), ha evidenziato che i tagli ipotizzati sarebbero in realtà troppo lievi, sostenendo poi che i dipendenti della Camera sono “protetti dalla politica, ridicolmente vestiti in livrea come dei camerieri, grottescamente remissivi e servizievoli con i cosiddetti onorevoli, che per questa loro mansuetudine bovina percepiscono buste paga da sogno senza avere alcuna competenza che le giustifichi”.

Nel merito dei tagli, Boldrini ha detto: È una manovra che incide in modo assai profondo sugli stipendi dei dipendenti”.

La cosa allucinante, a mio parere, è che contro Vecchio non si è scagliata solo Boldrini, bensì diversi suoi colleghi in modo totalmente trasversale, andando dal PD alla Lega Nord.

Ora, è indubbio che non ci si debba aspettare che un consumatore di tasse sia d’accordo con la riduzione dei privilegi di cui gode, e in effetti la reazione dei dipendenti della Camera non mi stupisce. Ma le reazioni contro Vecchio dei suoi colleghi deputati, quasi senza distinzione di appartenenza politica, mi inducono a pensare che costui abbia ragione.

Poi qualcuno ancora si meraviglia che a ogni tornata elettorale cresca il partito dell’astensione.

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti