LA BOCA, QUELLA REPUBBLICA INDIPENDENTE DURATA SOLAMENTE 24 ORE

di ARTURO DOILO Il vecchio quartiere della Boca era una specie Genova in miniatura, popolata da una varipinta umanità composta da marinai e pittori, massaie e prostitute, poeti vernacolari e contrabbandieri, commercianti e compositori di tango. Un quartiere di angiporto, un quartiere con immigrazione prevalentemente ligure, che aveva imposto pacificamente l’uso del dialetto genovese. Nel 1882, a seguito di uno sciopero generale, nel quartiere venne issata la bandiera genovese sull’edificio più alto, proclamando la nascita della “Repubblica Genovese della Boca”, durata però solo 24 ore, causa l’intervento militare. Sulla Guida “Ciao Buenos Aires” si poteva leggere quanto segue: “Dopo aver trovato a La Boca il loro nuovo posto al mondo, gli italiani furono in procinto di far diventare il quartiere, una repubblica indipendente. Sarebbe più esatto dire che furono i genovesi a farlo. Il governo argentino aveva chiesto aiuto al governo italiano per risolvere alcuni problemi che comportavano l’immigrazione di massa verso l’Argentina, specialmente quelli legati alle manifestazioni politiche dei nuovi venuti. La richiesta poteva…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Indipendenze