NAPOLI VUOLE UN REFERENDUM SULL’AUTONOMIA COME VENETO E LOMBARDIA

de IL POLENTONE Il residuo fiscale è balzato agli onori delle cronache in seguito alla pubblicazione del saggio di Luca Ricolfi “Il sacco del Nord”, nel 2010. Cosa veniva evidenziato? Che le Regioni del Nord Italia esso variasse tra i 50 e gli 80 miliardi di Euro all’anno, mentre quello per le Regioni meridionali fosse negativo per una cifra tra i 41 e i 79 circa. Traduzione? A grandi lineee, Lombardia, Veneto ed Emilia pagano gli sprechi degli altri e il parassitismo del Sud. Che scopriamo ora? Che anche Napoli vuole un referendum per l’autonomia fiscale. Apperò. Quindi vogliono restituire i soldi che arrivano loro a babbo morto? Stando al testo, Napoli rinuncerebbe ai 259 milioni di euro del fondo di solidarietà in favore di una parte di due imposte destinate al territorio. Una legge con cui si farebbe un passo in avanti verso il decentramento. Peccato che il passo in avanti sarebbe fatto a Napoli, capitale italiana degli sprechi, laddove il controllo del denaro pubblico è ancor più…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche IlPolentone