ROLAND VAUBEL, UN ACCADEMICO IN DIFESA DELLE RAGIONI DELL’INDIPENDENZA

di PAOLO L. BERNARDINI La questione del separatismo, o indipendentismo, può essere affrontata da diverse prospettive. Alcune, e sono la maggioranza, di carattere ideologico, ovvero “impegnato”, e in esse il discorso è animato dalla passione politica e civica, a cui di volta in volta si associa, a mo’ di sostegno, indispensabile, ora la storia, ora il diritto, ora altre scienze sociali, che divengono ancillari, in qualche modo, alla proposta politica, che, con tutte le sue ragioni, infinite, in qualche modo si affida sempre ad un elemento irrazionale, sentimentale, sognatore. Sulla base della insoddisfazione patente per il modo (e il mondo) in cui viviamo. Ma è molto importante domandarsi: esiste una parte della scienza politica – che privata del suo materiale empirico, storico e soprattutto contemporaneo, è scienza del numero di angeli che possono sedere sulla capocchia di uno spillo – intesa come Scienza che compendia insieme elementi storici, ovvero empirici, ed elementi giuridici, relativamente più puri, o idealmente purissimi nella dimensione del diritto naturale, ovvero…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Print Friendly, PDF & Email
Rubriche Indipendenze