di RUSS ROBERTS Si ritiene che molte cose non stiano andando per il meglio in America di questi tempi. Aumento del tasso di suicidi. Dipendenza da oppioidi e morti. Alloggi inaccessibili nelle città più prospere d’America. Aumento delle disuguaglianze. Sacche di povertà nella Rust Belt e altrove. Posti di lavoro in costante declino nel settore…

di LEONARDO FACCO A Luglio del 2017, m’era arrivata una lettera dall’Ordine dei giornalisti in cui si minacciava un mio “rinvio a giudizio disciplinare” per non essermi aggiornato secondo i loro dettami e le leggi vigenti. Immediatamente, risposi loro con una mail, che vi riporto qui sotto. Ad oggi, a quasi due mesi di distanza,…

di PAOLO L. BERNARDINI Uno dei miei Maestri, Salvatore Rotta (1926-2001), forse la personalità che ha maggiormente influenzato la mia formazione e la mia direzione di studi, portandola verso il Settecento e la prima età moderna, menzionava ogni tanto un autore assai misterioso, Ferdinand Bouchez. Ora, negli anni questo nome affiorava ogni tanto nella mia…

di WENDY MCELROY Bitcoin e la blockchain hanno dato inizio a una “rivoluzione delle aspettative crescenti”, senza spargimenti di sangue e peer-to-peer che cambierà per sempre il mondo. “Non cambierai mai le cose combattendo la realtà esistente. Per cambiare qualcosa, costruisci un nuovo modello che renda obsoleta la realtà esistente”, spiegava R. Buckminster Fuller La…

di TOMASZ CUKIERNIK* Tomasz Cukiernik: Qual è la sua valutazione dell’Europa contemporanea occidentale e in particolare dell’Ue? Hans-Hermann Hoppe: Tutti i principali partiti politici in Europa occidentale, a prescindere dai loro diversi nomi e programmi di partito, sono oggi impegnati nel diffondere la stessa idea fondamentale di socialismo democratico. Usano le elezioni democratiche per legittimare…

di PAOLO L. BERNARDINI La storia diplomatica a volte riserva delle belle sorprese. Prendiamo, ad esempio, un giovane “chargé d’affaires” – poi quasi subito promosso ministro residente – che nel 1853 viene mandato dagli USA a Torino, a continuare quei rapporti diplomatici intrapresi nel 1838, per favorire scambi commerciali fra i due stati. John M.…

di CHARLIE PAPINI Passata la Brexit e con un paio di importanti questioni indipendentiste ancora in sospeso (Catalogna e Scozia), vale la pensa riprendere e rilanciare uno dei pensatori ed economisti che più hanno in simpatia i movimenti secessionisti,  ovvero Hans Herman Hoppe, spesso citato su queste pagine. Le sue parole, ancor di più oggi,…

di SUSANNE EDWARD Quando ero piccola, all’inizio degli anni ’90, mio padre lavorava nel settore dell’energia e spesso se ne andava in Sud America, in Venezuela. Ci portava cartoline e gingilli da questa lontana terra, e la descriveva come la nazione più pittoresca dell’America Latina. La nazione era allora sommersa dalla ricchezza del petrolio, aveva…

CONTRO GLI ASSUNTI FONDAMENTALI SU CUI SI REGGE LO STATO

di NICOLA IANNELLO Nella Social Statics emerge il pensiero politico più radicale di Spencer. Lo Stato è confinato rigorosamente alla sola funzione della protezione dei diritti degli individui, secondo la consueta articolazione dei compiti in difesa esterna, polizia e amministrazione della giustizia. Il radicalismo spenceriano sta nel fatto che lo Stato, per essere legittimo, può…

di GIORGIO BIANCO* Il pregiudizio anticapitalistico, si sa, può assumere molte forme. Tra queste, una delle più tipiche e diffuse è la critica al consumismo, nella quale, da decenni, intere generazioni di intellettuali non si stancano di esercitarsi. Paradossalmente, ciò appare tanto più vero oggi che il “socialismo reale” è crollato: squagliatisi come neve al…

di PAOLO BERNARDINI Vi fu, ed è ancora viva, per fortuna, una tradizione di liberalismo italiano. Sembra banale ricordarlo, ma è bene farlo per ricordare anche che, non ostante abbia espresso con Luigi Einaudi addirittura un Presidente della Repubblica, tale posizione fu ed è minoritaria, e marginale. Ogni tanto resuscitano figure dimenticate o rammentate solo…

di JOHN TAYLOR GATTO Ho insegnato per trent’anni in alcune delle peggiori scuole a Manhattan, e in alcune delle migliori, e durante questo periodo sono diventato un esperto in noia. La noia era ovunque nel mio mondo, e se chiedevi ai ragazzi, come facevo spesso, perché si sentissero così annoiati, davano sempre le stesse risposte:…

di LEONARDO FACCO Quando non sanno che dire, i libbberali italiani di solito propongono un’aumento di tasse, perchè loro (la maggior parte parassiti a libro paga di Pantalone) di tasse ci vivono! L’ultimo assist offerto al governo rosso-rosso in carica, arriva da quel nulla assoluto che risponde al nome di Carlo Cottarelli, già commissario alla…

di GUGLIELMO PIOMBINI La funzione dell’imprenditore  In questo mio intervento tesserò l’elogio del puro imprenditore capitalistico, cioè di quella figura che opera nel libero mercato per soddisfare le domande dei consumatori senza alcuna connessione con lo Stato e la classe politica. La figura dell’imprenditore di cui parlerò oggi non ha quindi niente a che fare…

LA “CONTRO-ECONOMIA” E BITCOIN CI GARANTIRANNO LA LIBERTÀ

di GRAHAM SMITH Contro-economia e SEK III Abbreviazione di “economia anti-establishement”, la contro-economia è qualsiasi attività economica non violenta che si svolge al di fuori della sfera di competenza dello Stato o che semplicemente non ne tiene conto. Il concetto è stato diffuso negli ambienti libertari in gran parte dall’agorista Samuel Edward Konkin III, o…

di ISABEL PATERSON  Laddove l’insegnamento viene impartito da scuole private, vi saranno differenze considerevoli fra le varie scuole; i genitori devono decidere presso quale scuola mandare i propri figli in base ai corsi offerti… Non ci sarà in nessun caso l’obbligo di insegnare la «supremazia dello Stato come filosofia obbligatoria. Tuttavia, ogni sistema educativo controllato…

UN GIORNO DI MEMORIA… UN SECOLO DI OBLIO

di PAOLO BERNARDINI Personalmente, credo che ogni manifestazione che coinvolga in qualche modo la Storia, che ci ricordi che il nostro futuro, alla lunga, sarà proprio il Passato, sia da guardarsi positivamente. Ho organizzato in passato un convegno sulla “memoria del male”, e ho collaborato al catalogo  della mostra sui Giusti organizzata con mirabile passione…

di THOMAS J. DILORENZO Nel dibattito e nel discorso in corso sulla guerra per prevenire l’indipendenza del Sud, un paio di libertari ammettono che Lincoln fu un incallito bugiardo e un congiuratore, un dittatore, un tiranno, un protezionista, uno strumento delle corporazioni, un assassino di civili, e un suprematista bianco. Ciononostante, si rifiutano di prendere…

di LEONARDO FACCO Una delle massime che uso da anni, e spesso vedo rilanciata anche dagli amici sui social, è la seguente: “I parassiti o li stermini o ti sterminano”. Non ho mai inteso la frase di cui sopra come una battuta. Ogni singola parola ha, per il sottoscritto, il significato che deve avere e…

OXFAM E IL MITO DEMENZIALE DEI POVERI CONTRO I RICCHI

di J.R. RALLO – IAN VÁSQUEZ – MATHEUSZ MACHAJ Idee completamente false 1- “Oxfam afferma che le 85 persone più ricche del mondo accumulano più ricchezza della metà della popolazione mondiale”. Un titolo stupendo, ma completamente falso. In primo luogo, perché Oxfam misura solo la ricchezza che gli individui possiedono sotto forma di beni immobili,…

di HELEN DISNEY Il libero mercato e la globalizzazione rappresentano una forma di sfruttamento, ruggiscono i militanti no global nelle loro manifestazioni. Ma è davvero così? È il mercato che va biasimato? Oppure quanti scendono in piazza per un mondo migliore dovrebbero combattere per sradicare gli incentivi perversi creati dagli accordi internazionali e dalle normative…

error: Content is protected !!