di GUGLIELMO PIOMBINI “Ci sono libri da prendere in mano quando si ha bisogno di darsi la carica, di motivarsi, di infondersi più determinazione. “Nemico in pubblico. 6 discorsi contro il potere e una conclusione” di Leonardo Facco (MiglioVerde Editore, 2017, p. 114, € 10,00) è uno di questi. Il leader del Movimento Libertario ha…

di LEONARDO FACCO Non sopporto chi non ha memoria o nega le evidenze. Immigrazione e italianità sono due must del Salvini-pensiero, che cerca di mietere consensi con slogan che non sono affatto nuovi nella Lega, anche quando era appellata “Nord”. Mi spiego: il “celodurista” di Cassano Magnago, nell’ultimo decennio in cui è stato al timone…

di ENZO TRENTIN Questa volta prendano spunto dalla domanda: siamo stati subornati? Ovvero, indotti nascostamente a compiere atti contrari al nostro dovere e interesse? Prima però costatiamo come molti autori nel concepire la propria attività, il proprio “ruolo” in termini effettivamente culturali e di rendersi conto di ciò che è o non è realmente importante,…

L’ARROGANZA DEI COSTRUTTIVISTI E LA COERCIZIONE STATALE

di SERGIO RICOSSA* L’imperfettismo sa che la concorrenza non è mai perfetta e può mancare del tutto; che il mercato più è libero e innovativo, e più minaccia di squilibrare l’economia; che gli individui e i gruppi non hanno pari forza contrattuale; che non tutti e sempre vogliono e possono scegliere da sé e bene;…

di GERARDO COCO Alla fine della seconda guerra mondiale, con il trattato di Parigi del 1951 i due storici antagonisti, Francia e Germania promossero la comunità del carbone e dell’acciaio, la Ceca, a cui poi aderirono l’Italia e i paesi del Benelux. L’idea di sfruttare l’interesse comune per la produzione di due materie prime essenziali…

di SHAUN BRADLEY Fin da quando il governo ha cominciato a proibire e regolamentare parti dell’economia, il mercato nero si è assicurato che le persone potessero continuare ad avere accesso a ciò di cui avevano bisogno. Quando gli stati sentono il potere vacillare si rivoltano sempre contro i propri cittadini: ricorrono al controllo dei prezzi,…

di LEONARDO FACCO Purtroppo, l’Italia è un paese di pagatori di tasse e, come dico sempre, le pecore stanno bene tosate. Eppure, vocabolario della lingua franca italiana alla mano, ecco a voi cosa scrive Treccani in merito al verbo “evadere”: 1- Scappare, fuggire da un luogo in cui si è rinchiusi; 2- In senso figurato:…

di LEONARDO FACCO Ieri la notizia rilanciata ovunque è stata questa: «Sono 8343 gli evasori totali scoperti nello scorso anno dalla Guardia di Finanza. Lo ha detto il comandante generale della Guardia di Finanza Giorgio Toschi, durante la presentazione del Rapporto Annuale 2016. Toschi nel suo intervento ha anche aggiunto che “sono stati scoperti 11.577…

di ROBERTO BOLZAN Ci fu un’epoca, nemmeno tanto lontana nel tempo, di grande libertà del linguaggio. Oggi abbiamo una enorme disponibilità di strumenti di comunicazione, queste parole vi raggiungono in pochi secondi e forse non sarete solo dieci lettori, ma quanto a libertà di espressione… Perché il confine principale della libertà (a parte il non…

di JIM EDWARDS* Nel 1400 la Cina possedeva la più grande flotta che solcasse i mari del mondo, nel suo momento massimo arrivò a contare fino a 3.500 navi (la marina statunitense oggi ne ha solo 430). Alcune di esse erano grandi cinque volte le navi che si costruivano nella stessa epoca in Europa. Ma…

di GIANLUCA MARCHI Cosa stia diventando il partito che ancora reca il nome di Lega Nord per l’indipendenza della Padania sinceramente è questione che ormai mi appassiona ben poco. Anzi proprio nulla dopo l’odierna sceneggiata napoletana. Quella aggregazione politica ormai non c’entra più nulla col movimento a cui molti di noi, per la verità in…

di MATTEO CORSINI Quando l’Istat pubblica dei dati, parte la raffica di commenti di politici di ogni parte, oggi facilitati dall’utilizzo dei social network. Prendete Raffaele Fitto, per esempio, che apprendo dall’ANSA essere leader di Direzione Italia (soggetto politico che suppongo non conoscano neppure i suoi parenti più intimi), che ha scritto su Facebook: “L’Italia…

di GIANLUCA MARCHI In Europa ci suono luoghi, come la Catalogna, dove i partiti indipendentisti, cioè che puntano a staccarsi dalla Spagna, sono la maggioranza assoluta nel Parlamento locale. Ve ne sono altri, vedi la Scozia, dove è stato possibile celebrare un referendum che, se vinto (in realtà è stato perso di poco), avrebbe significato…

di LEONARDO FACCO Benché della Lega e dei leghisti pensi – motivatamente – peste e corna, a differenza loro ho ben chiara cosa sia la libertà, anche quando riguarda il partito retto da Salvini. Qualche giorno fa, il Tribunale di Milano ha riconosciuto la “valenza denigratoria” dei manifesti affissi dalla Lega contro alcuni richiedenti asilo…

di MATTEO CORSINI Ho già avuto modo di osservare che molti intellettuali left liberal americani sono stati traumatizzati dall’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti d’America. Ancora oggi, a oltre tre mesi di distanza, non si sono ripresi, e vivono in una sorta di stato depressivo. Prendete Paul Krugman, per esempio: dal day…

di ALBERT ESPLUGAS BOTER* Perché lo stato minimo tende a crescere? Il liberalismo classico propone come modello uno stato minimo, dedicato a proteggere la vita, la libertà e la proprietà dei cittadini da aggressioni di altri individui o di Stati stranieri. Così, lo Stato sarebbe limitato a fornire tre servizi fondamentali: tribunali (legge), polizia (sicurezza)…

I TEORICI DELLO SCIOPERO SONO CATTIVI ECONOMISTI

di BRUNO LEONI Il conto dello sciopero? E’ dimostrato, non torna. Ogni qualvolta le remunerazioni salariali vengono spinte, per effetto di uno sciopero “vittorioso”, oltre i limiti di mercato, il mercato si “vendica”: aumenti di prezzi e riduzione della produzione sono le conseguenze inevitabili. Il tentativo di ridurre il reddito del datore di lavoro marginale…

di HANS HERMANN HOPPE Sotto un regime monarchico, i fautori di una rivoluzione sociale anti-statalista e liberale o libertaria avevano una possibilità che oggi noi abbiamo perso. I liberali-libertari in quegli antichi giorni avrebbero potuto – e, spesso, poterono – convincere il re della bontà dei loro argomenti, iniziando così una rivoluzione dalla cima della…

di ARTURO DOILO Se andate a leggere il dizionario della Treccani, alla parola “Neoliberismo”, troverete queste adefinizione: «Indirizzo di pensiero economico che, in nome delle riconfermate premesse dell’economia classica, denuncia le sostanziali violazioni della concorrenza perpetrate da concentrazioni monopolistiche all’ombra del laissez faire e chiede pertanto misure atte a ripristinare la effettiva libertà di mercato…

di GUGLIELMO PIOMBINI Le guerre dei comunisti ai contadini  La storia ha dimostrato che se c’è un ambito in cui il comunismo si è rivelato assolutamente disumano e fallimentare, è quello dell’agricoltura. Le rivendicazioni dei contadini, anche in epoche rivoluzionarie, sono sempre state di ispirazione liberista, contro lo Stato e a favore della proprietà privata.…

di ARTURO DOILO Quanto costano servizi come i mezzi pubblici, la pulizia delle strade, la gestione dei rifiuti, l’acqua, l’energia? Troppo, soprattutto se sull’altro piatto della bilancia ci mettiamo la qualità di quello che viene offerto. “Siamo tra i paesi in cui è più alto il costo dei servizi ed è proprio attraverso il rincaro…

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi