CORONAVIRUS, QUANDO LO SCIENTISMO SPODESTA LA SCIENZA

di AURELIO MUSTACCIUOLI Ormai, le evidenze che dimostrano che “non potevano non sapere” sono moltissime. Il virus Covid-19 ha iniziato a circolare già da fine Gennaio in Europa e in Italia (se non anche prima ), con netto anticipo sulla scoperta dei primi casi di malattia a Codogno (Lombardia) e a Vo (Veneto). Altro che…

di JAVIER MILEI 1) Il dibattito ed i dati Dall’arrivo del Covid-19 è emerso un dibattito che, di fronte al calo del livello di attività economica, dell’occupazione, dei salari reali e dell’improvviso aumento del numero di poveri e di indigenti, cerca di sottrarre al governo la responsabilità del disastro economico e, prima o poi, sociale,…

di PAOLO L. BERNARDINI La mossa cinese su Hong Kong, ovvero la legge di sicurezza nazionale – largamente prevista – non è che l’ennesima dimostrazione della natura totalitaria della dittatura di Pechino. Ma onestamente, la Cina ha mai fatto qualcosa per nasconderla? No. A partire dal 1938 la Germania nazista non fece più nulla per…

di JAVIER MILEI Le libertà individuali sono spesso minacciate da coloro che sono fatalmente arroganti e cercano di imporre alla società il loro giudizio su ciò che è moralmente superiore. È in questo quadro che è nato il nuovo gioiello socialista: il reddito universale o reddito di cittadinanza, che cerca di correggere l’emergente disuguaglianza del…

CORONAVIRUS: IL METODO CINESE

di STEFANO MAGNI Con un certo compiacimento, la Cina diffonde l’immagine dell’efficienza autoritaria con cui ha affrontato e “vinto” l’epidemia di coronavirus. Il presidente Xi Jinping è pronto ad auto-celebrarsi con il prossimo Congresso nazionale del Partito Comunista Cinese e ad istituire ufficialmente una “giornata della vittoria”, che probabilmente rimarrà impressa nel calendario delle celebrazioni…

di ARTURO DOILO C’è poco da dare del complottista a chi riesce a intellegere un progetto politico di stampo collettivista dietro sia all’operazione Covid, che a quella “pseudo-razzista” che si cela dietro la marmaglia dei “Black Live Matters”. Difficile non pensare che i servizi di intelligence non abbiano sospetti su quanto accaduto, e sta accadendo,…

di LEONARDO FACCO La narrazione catastrofista non perde la sua contagiosità, a differenza del Covid 19. Il terrorismo mediatico è ancora la bussola che guida la disinformazione, e non solo in Italia. Perché? Ma, soprattutto, perché persiste un silenzio tombale su quella profilassi farmacologica che ha evitato a migliaia e migliaia di persone di finire…

di RICHARD EBELING In un mondo giusto Thomas Sowell avrebbe vinto il premio Nobel per l’economia. Per diversi decenni, ha applicato le sue doti eccezionali di economista a una serie di studi interdisciplinari incentrati sulla razza, sulla cultura, e la politica. E così facendo ha sfidato e minato molti dei miti ideologici dominanti del nostro…

di GARY D. BARNETT “Se si vuole porre un freno ai crimini violenti, è solo la vittima designata a poterlo fare. Il criminale non teme la polizia e non teme né il giudice né la giuria. Pertanto, ciò che deve essere insegnato al criminale è a temere la sua vittima”. (Jeff Cooper (2006). “Principles of…

di REDAZIONE CORONAVIRUS: STATO DI PAURA è un libro frutto del lavoro di un gruppo di una trentina di persone che hanno scelto di capire, verificare ragionare, su quanto accaduto negli scorsi tre mesi, evitando di farsi sopraffare dall’isteria che ha fatto emettere sentenze premature a qualche fanatico del “Lock down”. Un’inchiesta di 380 pagine,…

di ANTONIO BELMONTESI Da un paio di anni a questa parte, negli istituti scolastici superiori di Stato il ministero ha introdotto ore di una nuova materia che si chiama “Cittadinanza e Costituzione”. Obiettando io, in una quinta classe, sull’opportunità dell’introduzione di lezioni sulla Costituzione, che tolgono ore alle altre materie e sono svolte per orientare…

di SERGIO RICOSSA Qualunque istituzione sociale va giudicata efficiente o no secondo la rispondenza al suo scopo vero, non a un falso scopo. Oscar Lange, proseguendo l’indirizzo di Enrico Barone nel famoso saggio sul ministro della produzione, si occupò di un pianificatore che avesse il medesimo scopo del mercato, ma fu un esercizio puramente accademico.…

di RICHARD M. EBELING La questione delle relazioni razziali in America ha raggiunto nuovi livelli di intensità con l’uccisione di George Floyd da parte di un poliziotto di Minneapolis, seguita da manifestazioni pacifiche di massa e da episodi di violenza, saccheggi e incendi dolosi nelle città del Paese. Una nuova urgenza di approfondire la ricerca…

di WALTER BLOCK Quando un individuo o un gruppo di persone del settore privato discrimina una minoranza razziale o etnica, i risultati possono essere debilitanti. È probabile che ne derivino danni psicologici, sentimenti di isolamento e un senso di ostilità. Fortunatamente, nel settore privato, c’è un fenomeno poco riconosciuto che contribuisce a proteggere le minoranze…

di BRADLEY THOMAS C’è poco dibattito sul fatto che le moderne università americane, l’istruzione pubblica, i media tradizionali, Hollywood e i gruppi di difesa politica siano dominati dalla sinistra. Non è un caso, ma fa parte di una strategia deliberata per aprire la strada alla rivoluzione comunista sviluppata più di otto decenni fa da un…

di WILHELM RÖPKE* Uno dei più pericolosi errori del nostro tempo è di credere che la libertà economica e la società che è basata su di essa non siano compatibili con le esigenze di un atteggiamento rigorosamente cristiano. Questa stravagante credenza è la causa di un fatto ben conosciuto, comune al vecchio e al nuovo…

di SERGIO RICOSSA Ci rallegrammo debitamente per la caduta del muro di Berlino. Strano muro, eretto non per proteggere il comunismo dagli attacchi esterni, ma per impedire che i comunisti fuggissero dal paradiso marxista-leninista. Molti morirono e molti rischiarono la vita per lasciare quel paradiso ed entrare nell’inferno dei capitalismo. Cadde il muro, noi ci…

di THOMAS SOWELL Non c’è dubbio che i liberal facciano un lavoro impressionante nell’esprimere preoccupazione per i neri. Ma le intenzioni espresse nelle loro parole corrispondono alle effettive conseguenze delle loro azioni? San Francisco è un classico esempio di città ineccepibile nel suo essere liberal. Ma la popolazione nera di San Francisco oggi è meno…

NERO E LIBERO: IL LIBERTARISMO AFRO-AMERICANO

di PAOLO L. BERNARDINI Lo spettacolo tristissimo del mondo “inginocchiato”, del “Black Lives Matter”, giunge come una ciliegina sulla torta dello stupro della libertà trionfalmente compiuto in tutto il mondo “libero” tra marzo e maggio 2020, per riaffermare il potere dell’autorità governativa sull’individuo indifeso, e parzialmente complice; una reazione collettiva di attacco a quell’autorità costituita,…

di LEONARDO FACCO Esiste una singola cosa che ci rende esseri umani e ci distingue dal comune “materiale da macelleria”, di cui solitamente i governi si servono a loro piacimento: questa cosa è chiamata libertà. Molti, anzi troppi, ne fanno uso nel loro intercalare, nei discorsi propagandistici, negli annunci politici, svuotandola puntualmente di significato. La…

di RICHARD M. EBELING Dal “Socialismo” al “Liberalismo” al “Progressismo” La stessa totalitarizzazione delle parole e delle idee si vede al lavoro nel linguaggio della sinistra progressiste e radicale nell’America di oggi. Quanto questo stia avendo successo lo si può osservare in come le persone stiano dimenticando il passato e accettando di dare il titolo…

error: Content is protected !!