di PAOLO L. BERNARDINI Ogni tanto leggo il maggior quotidiano della mia città, “Il Secolo XIX”, una volta servitore zelante della Genova tutta rossa come un peperone (marcio), ora, che i tempi sono cambiati, sia in Regione sia in Comune, foglio un pochino meno schiavo di camalli (adesso meccanizzati), sindacati, sinistri potentati, compagnie uniche, e…

di DENIS DE ROUGEMONT Che cosa potremmo immaginare di un sistema scolastico ideale per il futuro? Ho indicato la sola ipotesi che in prospettiva mi pare utilizzabile: il futuro della Scuola sarà legato – come fu la sua genesi – alle sorti dello Stato nazionale. Napoleone crea il modello di Nazione centralizzata in vista della…

di ANTONIO MARTINO In tempi recenti si è assistito ad una serie di affermazioni volte a fare risorgere un vecchio, malevolo mito: il protezionismo, la necessità cioè che i produttori nazionali debbano essere “protetti” dalla concorrenza (quasi sempre denunciata come “sleale”) dei produttori esteri. Le giustificazioni di questa tesi sono numerose: i produttori esteri praticano…

di DENIS DE ROUGEMONT NOTA A – Si è sempre tentati di attribuire ai propri avversari intenzioni nere e consapevolmente criminali. La democrazia ha sviluppato fino al ridicolo questo difetto. I giornali, i circoli, i retroscena parlamentari e altri luoghi di pettegolezzi non vivono che di simili accuse. Dal momento che chiunque giudica e controlla…

di MATTEO CORSINI Se gli pseudo scioperi del venerdì in stile Greta Thunberg, con tanto di benedizione ministeriale, sono una novità, non la stessa cosa si può dire delle iniziative volte a indottrinare gli alunni delle scuole primarie in materia di tasse. Ne dà notizia, per esempio, il Sole 24 Ore, in un articoletto che…

di LEONARDO FACCO Oggi, nel nome di Greta Thunberg e della fantomatica salvezza del pianeta, decine di migliaia di studenti sciopereranno. In Italia, landa di parassiti e aspiranti tali, ogni scusa è buona per incrociare le braccia e se ad invitarti a farlo c’è finanche il Ministero dell’Istruzione, campa cavallo. Una masnada di benestanti adolescenti…

di LEONARDO FACCO L’Argentina continua a navigare in acque tempestose e solo “il giorno in cui scoppierà l’iperinflazione la gente si renderà conto che i politici sono i veri nemici. Solo allora, sicuramente, faremo un cambiamento verso il liberalismo che ha fatto dell’Argentina un paese ricco in passato”. Javier Milei, economista e libertario è una…

di FRANCO CAGLIANI Quando penso a qualcuno capace di infilarti una pugnalata nella schiena (metaforicamente parlando), mi passa per la testa la faccia dell’attuale segretario della Lega Italia (sì, questa è ufficialmente la denominazione con la quale chiede il versamento del vostro 2 per mille della dichiarazione dei redditi). Non molto tempo fa, difendeva l’indipendenza…

di GUY SORMAN* Se pensate che l’antistatalismo dei liberali sia eccessivo, evidentemente non conoscete la dottrina libertaria e Murray N. Rothbard, la sua guida intellettuale. In confronto a Rothbard, i liberali sono dei moderati. Secondo Rothbard lo Stato non esiste in quanto tale: parole come “Stato” e “società” sono illusioni verbali, semplici metafore, non entità…

di ARTURO DOILO Se andate a leggere il dizionario della Treccani, alla parola “Neoliberismo”, troverete queste adefinizione: «Indirizzo di pensiero economico che, in nome delle riconfermate premesse dell’economia classica, denuncia le sostanziali violazioni della concorrenza perpetrate da concentrazioni monopolistiche all’ombra del laissez faire e chiede pertanto misure atte a ripristinare la effettiva libertà di mercato…

di TOMAS ARIAS CASTILLOS Come noi liberali ben sappiamo, il consolidamento e l’espansione del potere delle burocrazie è un classico storico, molto diffusa e popolare tra gli intellettuali: la Pubblica Amministrazione – la burocrazia di un paese – deve esistere e prevalere perché, soprattutto dopo la Rivoluzione Industriale, viviamo in realtà complesse che richiedono il…

di REDAZIONE Oggi, a 4 anni di distanza dalla pubblicazione di questo libro, la stretta sul contante s’è fatta più incisiva (ma lo sarà ancora di più), visto che a sparare contro il cash ci si è messa pure Confindustria, l’associazione di prenditori amici del Fisco e dello Stato. Dunque, val la pena rilanciare le…

di GARET GARRET Il  lavoro  dall’ingombrante  titolo  Teoria  Generale  dell’Occupazione,  dell’Interesse  e  della  Moneta,  oggi  abbreviato  comunemente come “Teoria Generale” è stato  pubblicato  nel  1936.  Aveva  quindi  soltanto  dieci  anni  quando  l’autore,  John  Maynard  Keynes, è morto lo scorso aprile.  Probabilmente  nessun  altro  libro  ha  mai  prodotto  in  così  poco  tempo  un  effetto  paragonabile.  Ha …

di JAVIER MILEI La missione primaria del pensiero libertario è di opporsi ad ogni singola aggressione ai diritti di proprietà individuale, alla persona e agli oggetti che ha acquisito volontariamente. Naturalmente, i criminali, sia presi individualmente che in bande, si oppongono a questo, ma in questo senso parrebbe non esserci nulla di distintivo nel credo…

PROPRIETÀ PUBBLICA, TEORIA LIBERALE E SOCIALDEMOCRAZIE

di GUGLIELMO PIOMBINI La vita e l’opera di Milovan Gilas (1911-1995) è strettamente legata alla storia del comunismo nell’ex Jugoslavia. Per molti anni infatti Gilas fu l’incarnazione perfetta del dirigente comunista ortodosso e intransigente. Durante la seconda guerra mondiale divenne il braccio destro di Tito nella resistenza contro i tedeschi, che sfocerà nella conquista del…

di JOAKIM BOOK Il mondo ha rivolto il suo sguardo al Brasile in queste ultime settimane e la frenesia ha raggiunto un picco febbrile. Caratterizzata in vari modi come il “cuore del pianeta” o “il polmone del mondo”, l’enorme foresta amazzonica è attaccata da violenti incendi causati dall’uomo per ripulire la foresta e usare i…

di ALESSANDRO FUSILLO Gli amanti della “costituzione più bella del mondo” vanno orgogliosi soprattutto dei principi fondamentali, i primi articoli della carta fondamentale che consacrerebbero uno statuto democratico di libertà per tutti i cittadini italiani. Tra codesti principi un posto preminente è occupato dall’art. 21 che orgogliosamente recita: “Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il…

di GUGLIELMO PIOMBINI Di recente ha suscitato scandalo la notizia di un dipendente comunale che, non si sa per quale fortunosa combinazione legislativa o giudiziaria, gode di una pensione retributiva di circa 600.000 euro lordi all’anno. Pare che il funzionario si sia difeso dalle critiche vantandosi di essere un grande contribuente, e a titolo di…

di REDAZIONE Lo Stato ragiona da monopolista, a lui non interessa offrire buoni servizi, ma solo incassare coercitivamente tasse, così da mantenere un apparato ed una casta inutili. Non a caso più aumentano le entrate statali e più lo Stato spende! Intervista dell’Istituto Liberale Individualista Feroce a Leonardo Facco GUARDA IL VIDEO…

di PAOLO L. BERNARDINI Che cosa ci fa un seguace della Scuola Austriaca a Vienna? Oltre a bagnare i panni in Danubio, applica il metodo dei Maestri proprio a casa loro. Uno dei massimi musei d’arte al mondo, il Kunsthistorisches merita un soggiorno di qualche giorno, per apprezzare la varietà infinita di capolavori che provengono…

di MATTEO CORSINI Intervenendo alla presentazione dei nuovi palinsesti di La7, il proprietario Urbano Cairo ha dichiarato: “Credo che La7 avrebbe titolo per avere un contributo anche piccolo e simbolico, perché facciamo molto servizio pubblico, con numeri superiori a tute le altre reti. Per il momento non è avvenuto e hanno rinnovato la convenzione con…

error: Content is protected !!