SPAGNA: I NUMERI CONFERMANO LA FARSA PANDEMICA

di JOSÉ ANTONIO CAMPOY Mesi dopo che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che il mondo stava affrontando un’altra pandemia estremamente pericolosa – nel 2009 aveva già avuto l’audacia di dire che l’influenza A avrebbe potuto causare 150 milioni di morti – qualsiasi persona stupida sa che l’esistenza della SARS-CoV-2 (un coronavirus che si dice dia origine a una malattia chiamata Covid-19) non è stata scientificamente provata, che nell’improbabile caso della sua esistenza non è mortale se non in casi molto eccezionali (il 95% dei decessi ad esso attribuiti avevano più di 70/80 anni e avevano gravi problemi di salute precedenti), che non sono affidabili né i test anticorpali né le PCR (queste ultime sono risultate positive in papaia, capre, pecore, visoni, furetti, conigli, tigri, gatti e uccelli) e che non è apparso a Wuhan nel dicembre 2019 perché è stato rilevato nelle acque reflue di Barcellona raccolte nel marzo dello stesso anno. Si sa anche – o dovrebbe sapere – che essere positivi non…

Contenuto disponibile solo agli utenti registrati
Log In Registrati
Rubriche ControPotere