venerdì, Ottobre 7, 2022
14.3 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

“via roma” e il retaggio fascista che dura da 90 anni

Da leggere

di ETTORE BEGGIATO

“Con l’anno decimo dell’Era Fascista tutti i centri capoluogo di Comune debbono avere una via, non secondaria, col nome di ROMA” firmato S.E. il Capo del Governo italiano cav. Benito Mussolini. E il primo agosto 1931 partì da tutte le prefetture del sacro suolo italico una circolare riservata indirizzata ai Podestà con l’ordine “di adottare al riguardo apposita deliberazione da inviarsi con sollecitudine a questa Prefettura”; il tutto seguito da un perentorio, immarcescibile  “Assicurino”.

Ecco spiegata la presenza ossessiva del toponimo “Roma” nelle nostre comunità; mi dispiace deludere chi si illudeva fosse  una straordinaria dimostrazione d’amore dei veneti verso la città dei sette colli. Niente di più sbagliato.

I veneti avevano la loro toponomastica con i loro nomi a vie e piazze ( a Vicenza, per esempio, viale Roma si chiamava viale della Stazione e ancor prima “Stradone retto del Campo Marzo”, a Padova via Roma era suddivisa nelle vie S. Apollonia, S. Giuliana, dei Servi, S. Egidio e così in tutte le nostre città):  poi si dovette festeggiare l’anno decimo dell’Era Fascista…

Il culto di Roma era uno dei miti fondanti del fascismo, e da questo ne conseguiva  l’imposizione di un’Italia con una sola storia (quella di Roma, appunto), con un solo popolo (quello italiano), una sola lingua eccetera, una visione che, negli ultimi tempi, viene portata avanti non solo dalla destra ma anche dalla sinistra, ed anzi il nazionalismo di sinistra è diventato molto più pericolo e subdolo per chi lotta a difesa della propria identità,  della propria Terra, della propria storia.

E nonostante questo, ottantasei anni dopo la circolare del cav. Benito Mussolini, siamo ben lontani dalla “soluzione finale” e siamo ancora in molti a lottare convinti che in Italia ci siano più popoli, più lingue, più identità, più storie e che questo patrimonio vada difeso, tutelato, valorizzato.

- Advertisement -

Correlati

4 COMMENTS

  1. Ma per continuare (altro che il breviario, a ce n’e’ da dire…) ne parlavo proprio questa sera con una compagna di scuola di Zaja…
    Per fare gli italiani ne inventarono e continuano purtroppo ad inventarne…
    Bisogna partire dal pensiero che partori’ il progetto: italia.
    Da li’ parti’ tutto la schifezza odierna ma che lo staff di rivoluzionari, alla ISIS maniera, che abbattendo le icone del passato e presente, fecero quel che tutti sanno: Adolfo fu secondo o terzo nei loro confronti. Fu davvero un garzone…
    Cosa volete, i komunisti sanno spacciarsi per partigiani, patrioti e al servizio dei deboli. (magnando la scala mobile e l’art. 18 due bei pilastri).
    Ovviamente tutti furono contro alle caste di allora e ma anche del presente che magari essendo di una certa categoria supponevano fossero tali, o lo davano da intendere, avessero il sangue blue… o anche un po’ sbiadito. Quindi giu’ la testa…!
    Oggi molti col portafogli stracolmo sono a SX…
    Che e’, sono malati o strabici..?
    Coerenti no di certo e sicuramente tanto FARISEI.
    Cosa volete che vi dica…
    Tagliavano le teste agli INNOCENTI a confermare che l’HOMO, mai stato sapiens sebbene va su Plutone, non e’ mai stato sapiens appunto e mai lo sara’. Anzi, dara’ sempre e comunque un solo ed unico suo frutto quale:
    PIANTI, STRIDOR DI DENTI E STRAGI DI INNOCENTI.
    Sara’ quindi come un pino marittimo che da’ e dara’ sempre PIGNE.
    Come si notera’ NON INVENTO MAI NULLA.
    Leggo solo i FATTI.
    Preghiamo…

  2. Da li’ si fanno gli italiani… sottoculturati ma dottori.
    Un tempo si poteva dir loro: analfabeti..!!
    Oggi, dottori, sanno non leggere e scrivere, ma solo OCIO: FOTOCOPIARE.
    Quindi sono analfabeti o fotocopiatori..?
    Davanti alla commissione esaminante che fanno sti dottorandi… in fotocopie?
    Presenteranno le fotocopie che purtroppo per noi, ponti che crollano e ecc., non e’ farina del loro sacco ma appunto sono solo FOTOCOPIE… Come le macchine fotocopiatrici: copiano e incollano, per tutti gli appunti. E i ponti crollano… o va alla Vajont maniera..?
    Si. Abbiamo bisogno di veri uomini…
    Basta con i fotocopiatori.
    Gia’, come Marconi e Tesla e Popov… anche dei Volt… e perche’ no degli Ampere..?
    E ecc. ecc. ecc…?
    Auguri…

  3. Fosse solo Via Roma il problema….abbiamo le varie via Bava Beccaris (prese a cannonate i milanesi), via Cadorna (gran macellaio di soldati nella prima guerra mondiale), via Boselli, via Sonnino, Via Salandra (ministri e presidenti del Consiglio interventisti), Via Battisti, Oberdan, Finzi (disertori dell’esercito austroungarico), Via Garibaldi (pirata sudamericano, disertore della marina), Via Giulio Cesare, Traiano, ecc( i romani come i romani di oggi occuparono la Gallia Cisalpina, sfruttandola. In compenso non c’è nessuna via per le popolazioni celte, liguri e venete nostre antenate o per i vari Sovrani Longobardi ed Ostrogoti), Via Stalingrado, Unione Sovietica, ecc (in memoria del più grande criminale dello scorso secolo e gran omicida di russi)

  4. Meno male che ogni tanto mi liberate.
    Proprio cosi’ caro Ettore.
    Tutto si trasforma in RELIGIONE per cui non si distrugge.
    Quindi..??
    Komunismo = a pensiero religiosamente di sinistra.
    Fascismo = a pensiero religiosamente di destra ma che parte da sinistra.
    Unita’ d’italia = a pensiero religiosamente di e per il trikolorito stato che nessuno voleva tranne la banda dei quattro.
    Beh, il vilipendio alla bandiera, al capo dello stato e a tutte le istituzioni compresi gli operatori pubblici, cosa vuol dire se non che IO SONO IL RE, SOLE.
    Voi guai se osate solo a guardarmi e a pensare magari male di me.

    Era in auge al tempo dei FARAONI e non solo, sto concetto.

    Insomma, chi aveva il potere cercava di mantenerselo a vita e anche a post vita.
    Beh, la mia che kax dice..?
    CHE UN RE NON SI FARA’, MAI E POI MAI, UNA LEGGE CONTRO..!

    Chi lo fara’ sara’ solo uno stolto e giocoforza condannato al taglio della sua testa.
    Non preoccupatevi, succede gia’ oggi e la testa non e’ del re (annonimo) ma la vostra.
    Perche’, sta scritto: leggete bene il presente ed avrete in mano passato e futuro.
    Non invento mai nulla…!
    Kax. l’e’ tutto scritto la’, nei fatti..!

    Siamo alla bankarotta dell’intellighenzia… purtroppo.
    Scusate se potete e perdonatemi per aver osato cosi’ troppo.

    Ultima davvero:
    il GIUSTO ce l’aveva su e molto con gli scriba, i farisei e i dottori.
    Chi sa perche’..?

    Auguri cari taliani…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti