venerdì, Agosto 19, 2022
18.8 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Olimpiadi a roma? si sente già un tanfo nauseabondo

Da leggere

toscana_statoRICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Per due volte di seguito il Comitato Olimpico ha bocciato la candidatura della Cloaca Maxima ad ospitare i giochi olimpici per palese inettitudine ed incapacità all’organizzazione di questo complesso evento. Ora con Renzi si torna all’attacco: vogliono a tutti i costi ospitare le olimpiadi nel 2024 e candida ufficialmente Roma. Un annuncio sconcertante, addirittura provocatorio, soprattutto dopo i recentissimi risvolti giudiziari di Mafia Capitale, che hanno ribadito – se ce ne fosse stato bisogno – quanto è marcia Roma.

Ma quella città nasce come una città promotrice di ruberie e ladrocinî, è nella sua natura, da oltre duemila anni. Roma, durante tutta la sua storia, ha causato innumerevoli guerre, infiniti saccheggi, un paio di scismi e in questi ultimi centocinquanta anni è riuscita a crearsi attorno un sistema delinquenziale, mafioso e camorrista, che ha perpetrato , e sta continuando a perpetrare (ci stanno spolpando fino all’osso!), la più colossale rapina a mano armata della storia dell’umanità. Una città che nasce parassita, improduttiva e incapace di cambiare e che ha sempre, dico sempre, vissuto sulle spalle, e ai danni, di altri. E’ una cosa che si sente nell’aria, come un tanfo nauseabondo: personalmente sono stato pochissime volte a Roma, mi ha sempre nauseato, e parafrasando Rimbaud “mi ha riempito di disgusti fino alla gola”. Anche una semplice passeggiata a Roma è vomitevole, perché è come immergersi in una latrina. Ributtante.

Altro che “Grande Bellezza”, film sopravvalutato premiato con l’Oscar forse grazie ai buoni uffici di Mediaset:  Roma è l'”Orripilante Immondizia”. Sudicia, schifosa: e non mi riferisco alla spazzatura presente ovunque, anche nell’immediata periferia, o ai suoi abitanti scaleni e sbruffoni, ma alla sua negativa e infettiva moralità.

Le olimpiadi del 2024 saranno forse l’ultimo assalto alla diligenza di questi criminali che vogliono riempirsi le tasche con gli ultimi spiccioli che ci rimangono. Sai che risate con le assegnazione degli appalti? E’ lecito ipotizzare che nella pratica sarà un gigantesco finanziamento a mafiosi e camorristi, amici e amici degli amici, parassiti vari del bosco e del sottobosco, fatto con le risorse di quei territori produttivi, come la Toscana, che stanno scontando una crisi durissima: fabbriche chiuse, imprenditori e operai che si ammazzano con una frequenza terribile ed intollerabile. Milioni di persone trascinate silenziosamente, senza clamore, nella sofferenza, nella precarietà, nella miseria : e non sarebbe stato così se l’Italia non fosse mai esistita. Potremmo parlare tranquillamente, senza esagerare, di un olocausto economico e sociale, preceduto da un’opera di annientamento culturale, e scientifico, principiato con la famigerata unità d’Italia.

Poco vale far notare a Renzi, che ormai anche i sassi hanno capito essere solo un rampante portavoce di gruppi d’interesse anziché un presidente del consiglio, che le olimpiadi di Atene nel 2004 innescarono la peggior crisi di sempre per la Grecia.

Ciò che ci da più fastidio è che il nome di Firenze, purtroppo la città dell’ex sindaco di Firenze (ora la nostra capitale è in mano ad un tizio di Torre del Greco, Nardella) venga affiancata nella candidatura delle Olimpiadi a Roma e Napoli. Che è, più o meno, come mischiare lo Chanel numero cinque al letame. E’ ovvio che alla Toscana arriveranno le briciole; giusto, magari magari, per l’entourage di Verdini, l’asse portante del patto del Nazareno.

Il Daily Telegraph prende subito la palla al balzo parlando di Olimpiadi fatte a “casa della camorra”. Cari, anzi perfidi, inglesi, Firenze non è la casa della camorra, la camorra ce l’hanno importata da lidi più soleggiati, dalla terra a noi aliena dei limoni e dei babà. Firenze è la casa del Rinascimento e l’unità d’Italia l’ha voluta proprio l’Inghilterra. Ricordatevelo, voi che avete osannato nel 1866 Garibaldi come un eroe, quando invece era uno dei più grossi criminali in assoluto, ed era anche un vostro stipendiato.

Noi di Toscana Stato diciamo che non abbiamo bisogno delle Olimpiadi a Firenze, anzi non abbiamo bisogno di prese in giro, tout court.

Alla Toscana serve tenersi il proprio residuo fiscale (svariati miliardi di euro, mica noccioline), servono infrastrutture degne di questo nome, serve un governo indipendente capace di dare risposta ed arginare lo sfascio economico e sociale provocato dal tumore stramaligno con sede a Roma.

Questo nonostante la costante diffamazione della Toscana portata avanti da personaggi come Renzi e Benigni, di cui ci scusiamo : ma anche noi abbiamo la nostra quota di prezzolati e di imbecilli, usati ad arte da un sistema in rotta di collisione con l’iceberg della inappellabile condanna storica.

Credendo di interpretare il sentimento presente non solo in Toscana, ma anche altrove soprattutto dei nostri amici veneti, lombardi, piemontesi ma anche duosiciliani, ci appelliamo al buonsenso del Comitato Olimpico Internazionale : per le Olimpiadi del 2024 scegliete un’altra sede per i giochi. Non venite a finanziare la mafia, la camorra. Non fateci rapinare delle ultime palanche rimaste. Lasciate Roma di nuovo all’asciutto per la terza volta. Ci riproveranno, questo è sicuro, ma se ne parlerà nel 2030, quando si spera che questo stato infame abbia finito la sua corsa e si sia dissolto per sempre non lasciando più traccia, se non quella nauseante sui libri di storia.

Emiliano Baggiani
Toscana Stato

- Advertisement -

Correlati

1 COMMENT

  1. Solo dei paracolo (per dirla alla romana) possono avere di questi pensieri.

    Come col festeggiare il 150° anno di unita’… evvia a spendere e spandere il GRANO PADANO..!!!
    E fin che ce ne’ avanti con lo sperpero, tanto la colpa poi e’ di sicuro DELL’ALTRO GOVERNO, magari quello che oggi e’ “ALL’OPPOSIZIONE”..!

    MA ALLO SPERPERO C’E’ UN’OPPOSIZIONE..?

    Uhm… mica suona bene sta frase…

    Il GNAMme GNAMme al trikolur mi sembra funzioni sempre (o da sempre).

    Solitamente a PIENE MANI… ma oggi va a PIENE TASSE.

    PAGA E TASI MONA..!

    E a proposito di Tasi, Tosi, (non e’ il marito della Tasi) che dice e che fara’..??

    Dice che “prima sistemiamo l’italia e poi il resto”..??

    Cioe’, intenderebbe mantenere ancora i gia’ mantenuti da circa un secolo o poco piu’..?

    TASI..!! KE EL NEMIGO NE SCOLTA..!! MONA..!!

    Salam

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti