DIALOGO EUROREGIONALISTA, RIVISTA PER UNA NUOVA EUROPA

di GIANLUCA MARCHI

Una nuova rivista per una nuova Europa. E’ questo, in sintesi, lo slogan che merita di accompagnare la nascita di una nuova pubblicazione quadrimestrale, in formato cartaceo, che si chiama “dialogo euroregionalista” ed è stata pensata, ideata, realizzata e ovviamente edita dal Centro Studi Dialogo,  una iniziativa di carattere culturale e politico, con sede in provincia di Monza e Brianza, per la precisione a Vedano al Lambro, e che si rifà all’EFA, l’European Free Alliance, considerata la “Casa comune” dell’indipendentismo europeo.

Gli amici del Cs Dialogo, che hanno lavorato sodo per dare alle stampe un pregevole prodotto, mi hanno poi usato la grande cortesia di chiedermi se volevo essere il direttore di questa nuova pubblicazione. Non ho esitato ad accettare con molto piacere, perché l’Europa dei Popoli e delle Regioni è una delle poche cose in cui credo da oltre vent’anni a questa , cosa in cui spiego nell’editoriale pubblicato sul primo numero. Colgo dunque questa occasione per ringraziare ulteriormente il Cs Dialogo, e in particolare Alberto Schiatti, che è anche il responsabile di Redazione.

In un articolo in cui Giovanni Roversi spiega il del Centro studi e della rivista: Nell’epoca dell’overdose di informazione via web e via carta, la situazione è fav0revole per tentare una nuova sfida. Gli Stati-nazione e le strutture sovranazionali come l’Unipone Europea stanno mostrando i propri limiti, e proprio grazie a sfide nuove come quella di lanciare un Centro Studi Euroregionalista, si potrà salvare il sogno di unire tutti i popoli da Lisbona a Mosca e da Mann a Lampedusa. Non potevamo che scegliere un nome conciliante con le nostre forti idee, un simbolo che rappresentasse quel ponte tra culture diverse ma simili nel continente europeo…”.

Nel numero si parla molto di Corsica, anche attraverso la prima puntata della storia dell’indipendentismo corso a fumetti, di Catalogna, di Paesi Baschi e anche di tematiche apparentemente più leggere ma comunque significative per i popoli europei. Una segnalazione particolare merita la testimonianza, davanti al Tribunale di Parigi, di Niculaiu Matteu Michele Battini, membro rifondatore della Ghjuventù Indipendentista, rinchiuso nelle carceri francesi da ben quattro anni.

Attraverso la rivista è possibile anche richiedere una copia del libro “La Corsica, storia di un genocidio”, messo a disposizione dalla vedova del professor Sabino Acquaviva.

Gli indirizzi di riferimento di “dialogo euroregionalista” sono: via provata Schiatti 8, Vedano al Lambro quello fisico, www.csdialogo.eu il sito internet, info@csdialogo.eu la mail.

CONDIVISIONI
Rubriche Indipendenze