domenica, Novembre 27, 2022
8.8 C
Milano

Fondatori: Gilberto Oneto, Leonardo Facco, Gianluca Marchi

Lettera a fontana-zaia-fedriga: basta roma, autonomia subito

Da leggere

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

E’ doveroso che le regioni che hanno una situazione di emergenza come riportato nel grafico (Lombardia, Piemonte, Veneto) abbiano un comportamento anche opposto a quello dello stato, sfidandolo ed attuando direttive non contemplate dal governo perché da questo sono state abbandonate al loro destino.

Questo destino, a questo punto, è bene lo decidano da sole, con l’appoggio delle popolazioni che già 2 anni fa chiesero l’ AUTONOMIA tramite democratici referendum inascoltati da Roma!

Chiediamo quindi ai presidenti Fontana, Zaia, Fedriga innanzi tutto, ma anche a quei presidenti sensibili alla questione, di lavorare subito per cercare quella INDIPENDENZA da roma che da trent’anni cerchiamo e, in subordine, un vero Federalismo come descritto splendidamente da Gianfranco Miglio. È il momento migliore per farlo.

QUI LA LETTERA COMPLETA: LETTERA-AI-3-PRESIDENTI-DI-REGIONE

- Advertisement -

Correlati

4 COMMENTS

  1. Coraggio presidenti di regione, saltiamo tutti assieme, non nel buio, ma finalmente nella luce dell’indipendenza liberandoci dell’ITAGLIA. È il momento giusto.

  2. Se Fedriga, Zaia, Fontana ma anche Toti e Cirio e credo che anche in Trentino-SudTirol e Val d’Aosta siano d’accordo, chiudono i cordoni della borsa e proclamano l’indipendenza (quale occasione migliore….) in un attimo l’Italia sparisce. Oltretutto e vado a memoria, per dichiarare l’indipendenza e vedere il riconoscimento internazionale senza tanti problemi, occorre che lo faccia qualcuno eletto e votato, i Presidenti delle regioni della Longobardia, per l’appunto….

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Articoli recenti